A lezione d’acqua

sermoneta-2Dal 2003, Acqualatina S.p.A. è impegnata nella sensibilizzazione alle tematiche ambientali legate alle risorse idriche e alla loro salvaguardia, con progetti e campagne ad hoc. Di queste attività fa parte il “Progetto scuola”, giunto alla settima edizione, che ogni anno coinvolge centinaia di bambini e ragazzi delle scuole presenti sul territorio dell’Ato4, e non solo.

Riteniamo estremamente importante tale progetto, poiché fondamentale è lo sviluppo di una coscienza che permetta ai più giovani di comprendere a fondo l’importanza dell’acqua, nonché dell’imprescindibilità della sua lavorazione per la garanzia di un utilizzo potabile e un suo corretto riciclo in natura.

Riuscire a trasmettere in modo efficace agli adulti e ai professionisti di domani simili valori è un investimento di impareggiabile importanza, per questo motivo Acqualatina S.p.A. studia accuratamente le iniziative da proporre, in modo da poterle integrare all’interno dei diversi percorsi didattici dei vari istituti coinvolti, compatibilmente con le fasce di età degli studenti.

sermoneta-1L’iniziativa sarà composta di visite guidate presso gli impianti di produzione e depurazione gestiti da Acqualatina S.p.A. Nel corso degli incontri, personale tecnico, messo a disposizione da Acqualatina S.p.A., illustrerà ai ragazzi il funzionamento dell’impianto, le varie sezioni che lo compongono, l’importanza di un corretto funzionamento dello stesso e le problematiche cui far fronte. Tutte le visite, inoltre, verranno arricchite dalla consegna di gadget e materiale informativo sul processo di produzione e distribuzione dell’acqua potabile e su quello di depurazione dei reflui da fognatura.

Il progetto, inoltre, prevede una serie di incontri in classe nel corso dei quali personale specializzato organizzerà attività differenziate a seconda degli istituti coinvolti, nel seguente modo:

  • Un gioco di gruppo dedicato ai bambini delle scuole elementari che, grazie al materiale fornito, permetterà di simulare in classe la gestione del servizio idrico su un’isola di fantasia, ponendo i piccoli dinanzi a problemi reali da risolvere grazie all’impegno dell’intero gruppo. Il gioco prevede la divisione dei bambini in 2 squadre: i tecnici e gli utenti. È previsto un coinvolgimento massimo di 30 bambini e l’impiego di circa 2 ore per il completamento del gioco.
  • Per le scuole medie è previsto l’utilizzo delle cosiddette “Blu box”, ovvero scatole al cui interno sono presenti elementi chimici (non nocivi) e ampolle che permetteranno di eseguire in classe esperimenti da laboratorio con l’acqua. A titolo esemplificativo, sarà possibile creare del ghiaccio, far evaporare l’acqua e così via. Anche in questo caso, il gioco prevede un coinvolgimento massimo di 30 bambini e circa 2 ore di tempo.
  • Per le scuole superiori e le università, infine, sono previsti degli incontri nel corso dei quali nostri tecnici e ingegneri illustreranno agli studenti i punti fondamentali della gestione del servizio, con focus specifici laddove venga richiesto. Gli incontri avranno una durata di un’ora e mezza, circa, e non prevedono un numero massimo di studenti.

Acqualatina S.p.A. ha pensato anche di coinvolgere maggiormente gli studenti più piccoli, riservando a bambini delle scuole elementari un concorso che consiste nell’ideare un disegno che rappresenti il concetto di risparmio idrico. Il lavoro più meritevole verrà, poi, selezionato per essere convertito nell’immagine che rappresenterà la campagna “Risparmio Idrico” del Gestore.

Chiunque fosse interessato, infine, può già fornire la propria adesione per l’edizione del prossimo anno del progetto “A lezione d’acqua” scrivendo a comunicazione@acqualatina.it.