Servizio Conciliazione ARERA

Cos’è il Servizio Conciliazione ?

Il Servizio Conciliazione  è uno strumento gratuito di tutela istituito dall’ARERA per mettere a disposizione degli utenti finali una procedura semplice e veloce di risoluzione di eventuali controversie insorte con il gestore facendo incontrare le parti via web o in call conference alla presenza di un conciliatore appositamente formato in mediazione che aiuta le parti a trovare un accordo.

Quando si può attivare la procedura?

E’ possibile presentare la domanda di conciliazione al Servizio Conciliazione dopo aver presentato reclamo scritto al gestore e aver ricevuto una risposta scritta ritenuta insoddisfacente o siano decorsi 50 giorni dall’invio del reclamo (guida per utente)

Non è possibile presentare domanda di conciliazione quando, per la stessa controversia:

    • sia pendente un procedimento giurisdizionale;
    • sia già stato avviato o concluso un tentativo di conciliazione;
    • il Servizio Conciliazione abbia archiviato la domanda per rinuncia o mancata comparizione dell’attivante all’incontro.

Come si attiva la procedura?

L’utente finale attiva la procedura del Servizio Conciliazione registrandosi alla piattaforma on line compilando la maschera e allegando i documenti richiesti nell’area riservata all’utente .

Se non risultano allegati tutti i documenti, la Segreteria del Servizio Conciliazione comunica all’utente di integrare la propria domanda entro 7 giorni.

Se l’utente non provvede all’integrazione nel termine indicato, decade dalla possibilità di attivare il Servizio Conciliazione (la domanda incompleta e non integrata sarà infatti archiviata).

Nel caso in cui non utilizzi la modalità telematica, neppure per mezzo dell’ausilio di un’Associazione o di altro delegato, l’utente finale domestico, che agisce in prima persona, può presentare la domanda in modalità offline, mediante fax o posta, ferma restando la gestione on line della procedura.

In alternativa al Servizio Conciliazione dell’Autorità, l’utente può utilizzare le procedure di conciliazione volontarie disponibili, anche su base locale, presso il proprio gestore.

n.b.

E’ possibile attivare il Servizio per tutte le controversie insorte con il gestore, ad esclusione di quelle che esulano dall’ambito di applicazione del TICO, di quelle relative al bonus sociale idrico e di quelle relative alla qualità dell’acqua.