Bonus sociale idrico

Con Deliberazione 897/2017, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ARERA ha istituito il BONUS SOCIALE IDRICO.

Il bonus permette, agli utenti che versano in condizioni di disagio economico sociale, di usufruire di uno sconto in bolletta, in coerenza con le disposizioni recate dal DPCM 13 ottobre 2016 “Tariffa sociale del SII” e dal D.L. 26 ottobre 2019, n. 124, convertito con modificazioni dalla Legge 19 dicembre 2019, N. 157.

 

CHI NE HA DIRITTO

Possono ottenere il Bonus tutti gli utenti residenti nell’Ato4 con Indicatore di Situazione Economica Equivalente (ISEE) inferiore a 8.265,00 euro, limite che sale a 20.000 euro se si hanno più di 3 figli fiscalmente a carico.

 

A partire dal 1° febbraio 2020, possono presentare la domanda di ammissione al Bonus Sociale Idrico anche gli utenti titolari di Reddito di cittadinanza o di Pensione di cittadinanza, il cui ISEE rientri nei parametri sopra indicati.

 

DOVE SI PRESENTA LA DOMANDA?

La richiesta deve essere presentata al proprio Comune di residenza (o ai Caf delegati dal Comune) congiuntamente alla domanda per il bonus elettrico e/o gas e, quando accettata, permetterà di usufruire di uno sconto in bolletta pari al costo di 18,25 mc annui (equivalenti al “quantitativo minimo vitale” di 50 litri al giorno), per ciascun componente del nucleo familiare, calcolato applicando al “quantitativo minimo vitale” la somma delle seguenti tariffe unitarie:

  • tariffa agevolata determinata ai fini della quantificazione della quota variabile del corrispettivo di acquedotto;
  • tariffa di fognatura, proporzionale al consumo, individuata per la quantificazione della quota variabile del corrispettivo di fognatura;
  • tariffa di depurazione, proporzionale al consumo, individuata per la quantificazione della quota variabile del corrispettivo di depurazione.

 

COME SI OTTIENE, LO SCONTO?

Lo sconto verrà erogato direttamente in bolletta, per chi ha un contratto diretto, mentre per l’utente indiretto che utilizza una fornitura idrica intestata ad un’utenza condominiale, il bonus verrà erogato in un’unica soluzione, tramite assegno o bonifico, in funzione delle modalità concordate con il Gestore.

 

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito dell’ARERA e il sito SGAte.