Al via a Gaeta il primo cantiere congiunto Acqualatina-Italgas

Al via a Gaeta il primo cantiere congiunto Acqualatina-Italgas

Un solo scavo per intervenire su condotte idriche e gas per ridurre i disagi ai cittadini, impatti ambientali e costi. L’iniziativa avrà come slogan “Stiamo lavorando per voi. Insieme”

Gaeta, 18 gennaio 2024 – Il prossimo 22 gennaio, a Gaeta, verrà avviato il primo cantiere congiunto Acqualatina-Italgas che consentirà alle due Società di intervenire contestualmente sulle rispettive reti. Questa prima esperienza riguarderà via Garibaldi ed è stata avviata dopo un’accurata attività di analisi da parte dei due gestori circa la “sovrapponibilità” degli interventi e prelude ad una serie di altre iniziative analoghe da realizzare in sinergia tra il gestore idrico dell’Ato4-Lazio Meridionale e la Società distributrice di gas, in un’ottica di creazione di valore per la collettività e di sostenibilità ambientale, sociale ed economica. 

Questa soluzione, con un unico cantiere per due diverse tipologie di lavori, consente di ridurre sia i disagi per la cittadinanza in termini di viabilità, sia l’impatto sull’ambiente, grazie all’abbattimento di emissioni in atmosfera e di rumori dovuti all’utilizzo di mezzi meccanici. Vantaggi cui si aggiunge la non trascurabile ottimizzazione dei costi per il ripristino del manto stradale, necessario al termine dei lavori.L’iniziativa avrà come slogan “Stiamo lavorando per voi. Insieme” che campeggerà sui cartelli informativi posti sul cantiere, a sottolineare l’impegno congiunto delle due Società.

 

I DETTAGLI DELLE ATTIVITÀ A GAETA

Per quanto riguarda il sistema idrico, i lavori riguarderanno la sostituzione di circa 80 metri di due tratti di condotta del diametro di 160 mm. Tali tratti di condotta presentano spesso rotture provocate dalle elevate pressioni e sono causa di notevoli disagi, sia alla circolazione che all’utenza per interruzione di flusso.

Questo intervento permetterà di porre fine a tali disagi e alle dispersioni idriche nel tratto interessato. Un ulteriore intervento sarà realizzato nel tratto di condotta di 135 metri di Via Garibaldi compreso tra Via Mameli e Via Bachelet, tramite la sostituzione della rete esistente di piccolo diametro con una rete di diametro di 140 mm, a favore di una maggiore portata idrica per le utenze della zona. Per il gas si tratterà di un intervento di ammodernamento della rete e riguarderà un tratto di circa 200 metri compreso tra Via del Colle e Via G. Mameli sotto il quale scorrono le condotte in media e bassa pressione..

CS Acqualatina – Terracina: conclusi i lavori di ammodernamento rete sulle due principali condotte adduttrici a servizio della città

CS Acqualatina - Terracina: conclusi i lavori di ammodernamento rete sulle due principali condotte adduttrici a servizio della città

Terracina: conclusi i lavori di ammodernamento rete sulle due principali condotte adduttrici a servizio della città.

Acqualatina si scusa per i ritardi nel ripristino del servizio, dovuti a imprevisti e imprevedibili problemi tecnici.

Squadre al lavoro da oltre 36 ore, senza soste, per far fronte alle esigenze emerse.

 

Lo scorso mercoledì 18 ottobre, Acqualatina ha avviato importanti lavori sulle due principali condotte adduttrici a servizio degli oltre 46mila cittadini di Terracina, per la realizzazione di una nuova camera di manovra in prossimità di Punta Leano e la sostituzione di circa 200 metri dell’adduttrice tra Appia Antica e Appia Nuova.

I lavori sono stati programmati con largo anticipo e supportati da 8 autobotti e un massiccio piano di comunicazione via email, SMS capillari, PEC e informazioni stampa.

Il ripristino del normale flusso idrico era inizialmente previsto per le prime ore di giovedì 19 ottobre.

Tuttavia, al termine dei lavori, il flusso di pressione ha sottoposto a forte stress alcuni tratti di condotta più sensibili, generando degli imprevisti e imprevedibili guasti. Trattandosi di condotte adduttrici, quindi molto ampie, i lavori di riparazione hanno richiesto un impegno importante per tutta la giornata.

Le squadre hanno proseguito le loro attività, infatti, dandosi il cambio senza soste per oltre 36 ore.

I lavori sono ora in fase conclusiva e il flusso idrico è stato riattivato ovunque già dalle prime ore di questa mattina (20 ottobre).

Acqualatina si scusa per questi imprevisti, ricordando che gli interventi effettuati garantiscono un recupero circa 300mila metri cubi di acqua annui, a beneficio di tutti i cittadini di Terracina.

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

CS Acqualatina – Acqualatina e EGATO4 presentano ai Sindaci i progetti finanziati con fondi PNRR

CS Acqualatina - Acqualatina e EGATO4 presentano ai Sindaci i progetti finanziati con fondi PNRR

Acqualatina e EGATO4 presentano ai Sindaci i progetti finanziati con fondi PNRR.

Oltre 60 milioni di euro da investire in recupero perdite, digitalizzazione e depurazione.

Il Presidente Lauriola: «Il PNRR chiama in gioco le due grandi transizioni che caratterizzano il nostro tempo: quella digitale e quella ecologica e i nostri progetti si collocano in uno snodo strategico che le comprende entrambe. Siamo pronti e determinati a cogliere per intero l’opportunità che abbiamo di fronte.»

Il Presidente Stefanelli: «Questo risultato ci consente di intervenire in maniera sistemica sul servizio idrico nell’Ato4, con un processo di totale digitalizzazione e la creazione di un sistema più efficiente e sostenibile che resterà patrimonio delle generazioni future»

 

Nella giornata odierna si è tenuto l’evento “PNRR nell’ATO4 Lazio meridionale – stato dell’arte e prospettive”, organizzato da Acqualatina e dall’Ente d’Ambito presso la “Sala Cambellotti” del Palazzo della Provincia di Latina, alla presenza di tutti i Sindaci del territorio e della stampa.

L’evento ha avuto lo scopo di presentare obiettivi e prospettive del Servizio Idrico Integrato, alla luce degli oltre 60 milioni di euro di finanziamenti PNRR.

«Ringrazio tutti i sindaci presenti e il Presidente Stefanelli, per la preziosa collaborazione e l’importante supporto nello storico percorso che ci vede impegnati fianco a fianco per realizzare la partecipazione attiva del nostro territorio all’attuazione dell’ambizioso Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.» Ha affermato il Presidente Lauriola, rivolgendosi ai Sindaci presenti. «Il PNRR chiama in gioco le due grandi transizioni che caratterizzano il nostro tempo: quella digitale e quella ecologica e i nostri progetti si collocano in uno snodo strategico che le comprende entrambe. Per questo motivo, oggi miriamo a un decisivo cambio di passo, esattamente nello spirito del PNRR, consapevoli dell’onerosità dell’impegno tecnico oltreché di quello finanziario, ma pronti e determinati a cogliere per intero l’occasione offertaci.»

Il Presidente Stefanelli: «Ringrazio tutti i Sindaci che, avallando la modifica alla Convenzione di Gestione, hanno permesso di avviare il percorso che ci ha portato verso l’ottenimento di questi finanziamenti. Un risultato storico per il nostro territorio, che ci offre l’opportunità di intervenire in maniera sistemica sul servizio idrico nell’Ato4, con un processo di totale digitalizzazione e la creazione di un sistema più efficiente e sostenibile che resterà patrimonio delle generazioni future. È una sfida appassionante, ma anche impegnativa ed ecco perché è fondamentale il supporto di tutti: Ente d’Ambito, Gestore e Sindaci.»

L’Amministratore Delegato, Lombardi: «La disponibilità di questi fondi ha consentito una forte accelerazione dei progetti già in corso e per la realizzazione delle attività in attesa di copertura finanziaria, sia sulla parte idrica che sulla depurazione. L’impegno richiesto comporta delle sfide importanti da affrontare, che vanno dal gestire un raddoppio degli investimenti annui, all’individuazione sul mercato di nuove professionalità, dovendo rispettare le scadenze dettate dal PNRR e sulle quali influiscono anche fattori esterni alla gestione.»

Sono poi intervenuti il Direttore Tecnico-Operativo e i Responsabili dei singoli progetti, per illustrare nel dettaglio gli interventi che verranno realizzati e che vertono su 3 filoni principali:

  1. la riduzione delle perdite idriche, criticità principale nell’Ato4 e a livello nazionale
  2. la digitalizzazione del servizio, con la rilevazione digitale delle reti, l’installazione di contatori smart e l’attivazione di nuovi sistemi informatici
  3. l’ottimizzazione di fognatura e depurazione

«Si tratta di investimenti che coinvolgeranno tutti i Comuni dell’Ato4, trattandosi di una rete interconnessa. I nostri progetti spaziano dal potenziamento di centrali esistenti, all’adeguamento di depuratori strategici, ma il cuore del programma è nel recupero delle perdite e ammodernamento della rete.» Ha dichiarato Il Direttore Tecnico-Operativo, Cima. «In tale ambito, lavoriamo in un’ottica di lungo termine, che guarda già oltre le milestone legate ai fondi PNRR. Grazie a tali fondi, questo territorio potrà usufruire anche in futuro di risorse aggiuntive, sia grazie al recupero di risorse destinate inizialmente ai progetti oggi coperti da PNRR, sia grazie alle efficienze derivanti dai progetti tra risparmio energetico e risparmio da trattamento fanghi. Tali fondi dovranno necessariamente essere reinvestiti nell’ammodernamento di circa il 3% annuo della rete, il che consentirà di mantenere i risultati raggiunti in termini di recupero e ottenere un miglioramento costante seppur contenuto.»

Per approfondimenti, è possibile visitare la pagina dedicata presente sul sito aziendale di Acqualatina: https://www.acqualatina.it/pnnr-nel-sii/

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.                                                                       EGATO4 – Lazio Meridionale

CS Acqualatina – Terminati importanti lavori di ammodernamento reti nel Sud Pontino

CS Acqualatina - Terminati importanti lavori di ammodernamento reti nel Sud Pontino

Terminati importanti lavori di ammodernamento reti nel Sud Pontino.

Recuperato il 30% della risorsa idrica a favore di Castelforte e S.S. Cosma e Damiano.

Numerose autobotti e un piano imponente di comunicazione per avvertire la popolazione

 

Prosegue il piano di risanamento reti, ammodernamento impianti e recupero della risorsa idrica di Acqualatina, un progetto che interessa l’intero territorio dell’Ato4.

Nelle giornate di mercoledì 6 e giovedì 7 settembre sono stati eseguiti importanti interventi di ammodernamento sulla condotta adduttrice proveniente dalla centrale Capodacqua, a servizio dei Comuni di Castelforte e S.S. Cosma e Damiano.

Il primo intervento, propedeutico alla risoluzione del problema, è stato eseguito nella giornata del 6 settembre, con una squadra al lavoro fino a tarda notte. Nella giornata del 7 settembre, poi, il gestore è intervenuto con due squadre al lavoro in parallelo con conclusione lavori nella serata.

Gli interventi hanno permesso di recuperare il 30% della risorsa idrica destinata ai due Comuni del Sud Pontino, con un netto miglioramento del servizio ai cittadini.

Per far fronte alle esigenze della cittadinanza, oltre a un massiccio piano di comunicazione capillare con invio di email, PEC e SMS, Acqualatina ha posizionato 8 autobotti per tutta la durata degli interventi.

La Società si scusa con i cittadini per le difficoltà vissute a causa dei lavori e ringrazia le Amministrazioni Comunali di Castelforte e S.S. Cosma e Damiano per il supporto e la collaborazione, e i proprietari dei terreni che hanno permesso l’accesso ai tecnici nelle loro proprietà private, imprescindibili per l’esecuzione delle attività.

Eventuali fenomeni di torbidità sono da considerarsi transitori e legati alla riapertura del flusso idrico.

 

Servizio SMS gratuito, per ricevere informazioni sul proprio cellulare

Acqualatina mette a disposizione di tutti gli utenti un servizio gratuito per la ricezione di SMS puntuali su interruzioni, lavori e novità aziendali. Chiunque può richiedere il servizio, tramite il sito www.acqualatina.it.

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

CS Acqualatina – In fase conclusiva le attività Acqualatina di risanamento reti ed efficientamento del servizio su tutta Cisterna di Latina

CS Acqualatina - In fase conclusiva le attività Acqualatina di risanamento reti ed efficientamento del servizio su tutta Cisterna di Latina

In fase conclusiva le attività Acqualatina di risanamento reti ed efficientamento del servizio su tutta Cisterna di Latina.

Previsto un recupero delle perdite per 270.000 metri cubi di acqua all’anno.

Le attività si inseriscono nel più ampio progetto di recupero perdite idriche di Acqualatina, che coinvolge tutti i Comuni dell’Ato4 e che beneficia anche di fondi pubblici FSC e PNRR.

 

Proseguono i lavori di ammodernamento reti idriche anche nel territorio comunale di Cisterna di Latina.

Nei giorni di giovedì 7 settembre e di ieri, venerdì 8 settembre, Acqualatina ha messo in campo attività di collegamento della nuova condotta distributrice di Via Giovani Vittime della Strada, che garantirà un approvvigionamento diretto e più facilmente monitorabile dell’area.

L’intervento, infatti, ha visto anche l’installazione di 2 misuratori di portata telecontrollati, che si aggiungono agli ulteriori 6 già installati sulla rete idrica di Cisterna e 4 ancora da installare. Questi strumenti consentono un monitoraggio in tempo reale dei volumi d’acqua distribuiti in rete e delle perdite idriche, per poter intervenire in maniera più efficace e tempestiva.

Le attività si inseriscono nella fase conclusiva dei lavori per l’ottimizzazione del servizio su tutti i 160km di rete comunale e di sostituzione condotte ammalorate su 7km, avviati nel 2021.

A conclusione lavori, per Cisterna, si prevede un recupero di circa 270.000 metri cubi di acqua all’anno.

Tali attività si inseriscono nel più ampio progetto di recupero perdite idriche di Acqualatina, che coinvolge tutti i Comuni dell’Ato4 e che beneficia anche di fondi pubblici: 40 milioni derivanti da fondi PNRR e 10 milioni dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC).

La Società si scusa con i cittadini per le difficoltà vissute a causa dei lavori di questi giorni, resi particolarmente delicati da una serie di accorgimenti tecnici che hanno ritardato la normalizzazione del servizio, rispetto ai tempi inizialmente previsti.

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

CS Acqualatina – Acqualatina omaggia il Comune di Sabaudia con una fontana decorativa a uso pubblico: domani la consegna ufficiale

CS Acqualatina - Acqualatina omaggia il Comune di Sabaudia con una fontana decorativa a uso pubblico: domani la consegna ufficiale

Acqualatina omaggia il Comune di Sabaudia con una fontana decorativa a uso pubblico: domani la consegna ufficiale.

L’occasione è data dalla rassegna culturale “Mediterranea – La civiltà blu” in corso in questi giorni. 

 

Nel pomeriggio di domani, 8 agosto, alle ore 18:30, presso il parco “Pier Paolo Pasolini”, il Presidente di Acqualatina Michele Lauriola farà dono ufficialmente alla Città di Sabaudia, nella persona del Sindaco, Alberto Mosca, di una fontana decorativa a uso pubblico.

L’omaggio del Gestore alla città di Sabaudia giunge in occasione della rassegna culturale “Mediterranea – La civiltà blu”, attualmente in corso e di cui Acqualatina è partner, che vede l’intervento di importanti nomi a livello nazionale su vari temi di attualità, tra cui ambiente e transizione ecologica.

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

CS Acqualatina – Il piano di interventi di Acqualatina per l’aumento della disponibilità idrica ha coinvolto anche San Felice, Sabaudia e Terracina

CS Acqualatina - Il piano di interventi di Acqualatina per l’aumento della disponibilità idrica ha coinvolto anche San Felice, Sabaudia e Terracina

Il piano di interventi di Acqualatina per l’aumento della disponibilità idrica ha coinvolto anche San Felice, Sabaudia e Terracina.

Recuperati 50 litri al secondo a favore dei tre Comuni turistici dell’Ato4.

Posizionate autobotti, per far fronte alle esigenze dei cittadini.

 

Il piano di interventi di Acqualatina, volto a un aumento della disponibilità idrica che permetta di rispondere alle crescenti esigenze dei cittadini nei giorni più caldi dell’anno, ha coinvolto anche i Comuni di San Felice Circeo, Sabaudia e Terracina.

I lavori si sono concentrati sulla riparazione di una importante perdita sulla principale condotta adduttrice della zona, portando a un recupero di 50 litri al secondo a favore dei tre Comuni turistici dell’Ato4.

Le attività sono state rese particolarmente delicate e difficoltose dall’ubicazione della perdita: le caratteristiche del terreno hanno provocato continui smottamenti nell’area di scavo e hanno richiesto accortezze straordinarie, al fine di intervenire in sicurezza con il personale impiegato.

Per tale motivo, i lavori si sono estesi oltre gli orari inizialmente previsti, con ripristino del servizio nelle ore serali.

Alla luce di tali imprevisti, Acqualatina ha posizionato, come da prassi, delle autobotti, fornendo aggiornamenti in tempo reale a media, istituzioni e utenti attraverso ogni canale di comunicazione: dal sito web aziendale a email, PEC e puntuali e capillari SMS.

Gli interventi del Gestore, in corso su tutto il territorio, hanno l’obiettivo di aumentare la disponibilità idrica attraverso il recupero delle perdite, così da evitare lo svuotamento dei serbatoi e garantire la continuità di servizio ai cittadini.

La Società si scusa con i cittadini per le difficoltà vissute a causa dei lavori ma, qualora non si intervenisse, i disagi sarebbero ben più estesi e prolungati.

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

CS Acqualatina – Acqualatina celebra le 9 Bandiere Blu ottenute dai Comuni costieri dell’Ato4-Lazio Meridionale, con la campagna di sensibilizzazione “Molto di più”

CS Acqualatina - Acqualatina celebra le 9 Bandiere Blu ottenute dai Comuni costieri dell’Ato4-Lazio Meridionale, con la campagna di sensibilizzazione “Molto di più”

COMUNICATO STAMPA

 

Acqualatina celebra le 9 Bandiere Blu ottenute dai Comuni costieri dell’Ato4-Lazio Meridionale, con la campagna di sensibilizzazione “Molto di più”.

Il Presidente Lauriola: «Un plauso all’impegno sinergico delle amministrazioni comunali e dei nostri professionisti. Le Bandiere Blu rappresentano appieno la nostra missione per la sostenibilità a 360°»

                                                              

Anche nel 2023, la Foundation for Environmental Education ha premiato il territorio dell’Ato4-Lazio Meridionale con le Bandiere Blu, le uniche di tutto il litorale laziale: Anzio, Fondi, Gaeta, Latina, Minturno, Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga e Terracina.

Per celebrare il rinnovo di questo importante risultato per il nostro territorio, Acqualatina ha predisposto la campagna di sensibilizzazione “Molto di più” (con l’hashtag #moltodipiù), che prende vita in questi giorni di inizio estate su social media, siti web e organi di informazione.

La qualità delle acque depurate è uno dei principali parametri che concorrono all’ottenimento delle Bandiere Blu.

Il Presidente Lauriola: «La campagna che abbiamo ideato ha l’obiettivo duplice di promuovere l’unicità del nostro territorio e di fare un plauso all’impegno sinergico delle amministrazioni comunali e dei nostri professionisti. Per noi, eventi come questo rappresentano appieno le parole chiave della nostra missione: impegno, sinergia con le istituzioni, creazione di valore per il territorio. In altre parole, sostenibilità a tutto tondo»

La campagna “Molto di più” ci porterà in volo dai depuratori al mare, dal luogo di lavoro di tanti professionisti di Acqualatina alla natura a cui arriva il risultato del nostro impegno, per scoprire insieme che dietro le splendide acque e le meraviglie del nostro territorio “C’è molto di più”.

La campagna partirà con un suggestivo video che ci regalerà un vero viaggio mozzafiato su tutte le 9 località premiate, per proseguire con ulteriori 3 video, ognuno dei quali dedicato a 3 Comuni di un’area specifica: nord, centro e sud dell’Ato4.

 

LINK AL VIDEOhttps://we.tl/t-xytNNvEKY3

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

CS Acqualatina – Al via la seconda tranche di lavori per l’ammodernamento dell’impianto di sollevamento di Torre Mola, a Formia

CS Acqualatina - Al via la seconda tranche di lavori per l’ammodernamento dell’impianto di sollevamento di Torre Mola, a Formia

COMUNICATO STAMPA

 

Al via la seconda tranche di lavori per l’ammodernamento dell’impianto di sollevamento di Torre Mola, a Formia.

Oltre 300.000 euro di investimento e tecnologie di ultima generazione per la tutela degli ecosistemi marini e l’ottimizzazione del servizio.

 

Al via la seconda tranche dei lavori per l’ammodernamento dell’impianto di sollevamento di Torre Mola, a Formia: opere fondamentali per il miglioramento del servizio e la tutela delle acque marine.

I lavori hanno avuto inizio nel febbraio 2022, con un importo totale di oltre 300.000 euro. La conclusione dei lavori è prevista entro la prima metà di agosto.

Questa soluzione permette di scongiurare definitivamente il rischio di futuri sversamenti nella Darsena, che resteranno possibili in minima misura solo in caso di piogge estreme e straordinarie.

 

LA PRIMA TRANCHE DI LAVORI

Nella prima tranche di lavori, conclusasi la scorsa estate, il Gestore è intervenuto con la temporanea dismissione dell’impianto di sollevamento malfunzionante in esercizio e l’attivazione dell’impianto attiguo, non in uso, attraverso lo spostamento delle elettropompe e la creazione di appositi collegamenti di bypass.

Una volta attivato questo impianto di backup, è stato possibile verificare le reali condizioni dell’impianto principale, intervenendo in modo puntuale sulle cause strutturali che hanno favorito alcuni malfunzionamenti occorsi negli anni addietro.

 

LA SECONDA TRANCHE DI LAVORI

La seconda tranche prevede attività che permetteranno la graduale riattivazione dell’impianto principale, ammodernato e potenziato, senza dover interferire con la funzionalità dell’impianto di backup attualmente in uso e, dunque, garantendo la continuità del servizio.

Per consentire questi interventi, nella condotta principale che dall’impianto convoglia i liquami verso il depuratore, è stato installato un innovativo sistema, denominato System Stop, grazie al quale è possibile bloccare temporaneamente il flusso di liquami e adeguare lo schema funzionale della condotta (inserendo una valvola di intercettazione), mantenendo regolarmente in funzione il sollevamento fognario.

Successivamente, verranno riposizionate le elettropompe e tutte le strumentazioni mobilitate lo scorso anno, per la definitiva riattivazione dell’impianto.

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

CS Acqualatina – L’Assemblea dei Soci di Acqualatina approva il Bilancio 2022, che chiude con un utile di 7,6 milioni di euro

CS Acqualatina - L’Assemblea dei Soci di Acqualatina approva il Bilancio 2022, che chiude con un utile di 7,6 milioni di euro

COMUNICATO STAMPA

  

L’Assemblea dei Soci di Acqualatina approva il Bilancio 2022, che chiude con un utile di 7,6 milioni di euro.

Incontro in modalità ibrida presso la sede della Società e online.

Il Presidente Lauriola «Ringrazio tutti i Sindaci e i Soci presenti per il supporto e tutto il personale della Società che ha sostenuto il peso di un periodo storico certamente complesso raggiungendo grandi risultati.»

L’AD Lombardi: «Nonostante le difficoltà contingenti come il caro energia, la Società ha dimostrato di rispondere bene alle nuove sfide realizzando investimenti in crescita e ponendo le basi per un incremento ancora più significativo nei prossimi anni, grazie anche ai fondi PNRR.»

 

Si è riunita oggi l’Assemblea dei Soci di Acqualatina, con all’ordine del giorno l’approvazione del Bilancio 2022.

A larga maggioranza, l’Assemblea ha approvato il Bilancio 2022, che chiude con un utile di 7,6 milioni di euro e conferma il trend positivo della Società dal punto di vista economico, nonostante le difficoltà contingenti e il loro peso sull’equilibrio finanziario.

Anche quest’anno, l’utile d’esercizio verrà destinato a riserva, per poter coprire gli effetti dei rincari e sostenere la crescita degli investimenti.

Il Presidente Lauriola. «Ringrazio a nome mio e del Consiglio di Amministrazione, tutti i Sindaci e i Soci presenti, che oggi hanno sostenuto la Società e le scelte operate. Un ringraziamento va anche a tutto il personale di Acqualatina che ha sostenuto il peso di un periodo storico impegnativo, iniziato con la pandemia ed evoluto nel percorso per l’ottenimento dei fondi PNRR.»

L’AD Lombardi: «Lo scenario che ci troviamo a vivere è caratterizzato da difficoltà che stanno impattando in maniera importante anche sulla nostra Società. Prima fra tutte, l’aumento dei costi dell’energia, che risulta ancora la principale voce di spesa in Bilancio. Tale incremento, registrato già nel 2021, ha subito un’impennata nel 2022, con significativo impatto in termini economici, finanziari e operativi.

A questo si va ad aggiungere l’impegno richiesto per rispettare gli standard di qualità previsti dall’ARERA ed il lavoro straordinario fatto sui progetti presentati per il finanziamento PNRR.

In tale scenario, la Società ha realizzato investimenti in crescita rispetto agli anni passati e ha posto le basi per un incremento ancora più significativo nei prossimi anni, il tutto a parità dei costi del personale.»

 

IL PNRR

Il piano del Gestore in corso di attuazione con i fondi PNRR si basa su due filoni: da un lato il recupero delle perdite idriche e i lavori infrastrutturali su reti e centrali, dall’altro la digitalizzazione dell’intera gestione operativa.

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.