CS Acqualatina – Piogge nel Sud Pontino: in corso lievi fenomeni di torbidità presso le centrali

03/12/2020
COMUNICATO STAMPA

Piogge nel Sud Pontino: in corso lievi fenomeni di torbidità presso le centrali.

Tecnici impegnati per limitare al massimo i disagi.

Disposto il posizionamento di autobotti.

A causa delle abbondanti precipitazioni che nelle scorse ore hanno interessato il nostro territorio, in particolar modo l’area del Sud Pontino, le sorgenti che alimentano le centrali “Capodacqua” e “Mazzoccolo” stanno manifestando lievi fenomeni di torbidità.

I nostri tecnici sono impegnati nel monitoraggio delle acque, con analisi di laboratorio e manovre tecniche, volte a limitare al massimo i disagi e a garantire la qualità del servizio.

Al fine di venire incontro alle esigenze dei cittadini, a breve verranno posizionate autobotti nelle seguenti zone:

Spigno Saturnia

  • Piazza San Giovanni (Spigno Superiore)
  • Piazza Venturino (Campodivivo)
  • Santo Stefano (Villetta)

Minturno

  • Piazza Annunziata

Sarà cura della Società fornire aggiornamenti non appena disponibili.

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.       

CS Acqualatina – Piogge nel Sud Pontino: monitoraggio continuo da parte del team tecnico di Acqualatina sulle sorgenti

17/11/2020

COMUNICATO STAMPA

Piogge nel Sud Pontino: monitoraggio continuo da parte del team tecnico di Acqualatina sulle sorgenti.

Qualità dell’acqua attualmente sotto controllo, possibili fenomeni di lieve torbidità nelle prossime ore.

A causa delle abbondanti precipitazioni che nelle scorse ore hanno interessato il nostro territorio, in particolar modo l’area del Sud Pontino, le sorgenti che alimentano le centrali “Capodacqua” e “Mazzoccolo” potrebbero manifestare, nelle prossime ore, lievi naturali fenomeni di torbidità.

Per questo motivo, i nostri tecnici sono impegnati sin dalle prime ore del mattino, e già nei giorni scorsi, nel monitoraggio delle acque, con analisi di laboratorio e manovre tecniche volte a limitare al massimo i fenomeni e a garantire la qualità del servizio a tutti i cittadini.

Dai primi controlli effettuati, la situazione risulta nella norma e non sussistono fenomeni di intorbidamento.

Sarà comunque cura della Società fornire tempestive informazioni, a cittadini ed Enti, non appena disponibili.

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.       

CS ATO4 – Acqualatina sentenza TAR dissalatore Ponza

Latina, 14/11/2020
COMUNICATO STAMPA
Dissalatore sull’Isola di Ponza – Il TAR si è pronunciato contro il ricorso del Comune di Ponza, rigettandolo. Confermata la completa regolarità dell’iter procedurale adottato dall’Autorità d’Ambito e dal Gestore.
I lavori saranno accompagnati da un piano d’informazione dedicato. Il Presidente Medici “Opere di questa importanza vanno accompagnate da un atteggiamento di trasparenza e apertura. Per questo confermiamo al Comune di Ponza la nostra piena disponibilità per un confronto a beneficio della collettività”.
 
Con sentenza di ieri, 13 novembre, il TAR del Lazio si è pronunciato, rigettandolo, sul ricorso presentato dal Comune di Ponza contro l’ Ente d’Ambito Territoriale Ottimale n. 4 Lazio Meridionale e Acqualatina S.p.A., e nei confronti della Regione Lazio, per l’annullamento della determinazione con cui l’Ente d’Ambito Territoriale Ottimale n.4 ha concluso la conferenza di Servizi Decisoria per la realizzazione impianto di dissalazione per l’Isola di Ponza – Modulo Skid Temporaneo Località Cala dell’Acqua nel Comune di Ponza.
La collocazione del dissalatore temporaneo in località Cala dell’Acqua, inizialmente indicata dallo stesso Comune di Ponza, in sede di conferenza dei Servizi, come ottimale, è stata, dunque, confermata dal Tribunale Amministrativo della Regione Lazio – sezione staccata di Latina.
Con questa pronuncia viene, inoltre, evidenziato come non sussistano violazioni al Piano regolatore comunale e come la procedura adottata dall’Ente d’Ambito Territoriale n.4 e dal gestore Acqualatina fosse del tutto regolare.
L’installazione del dissalatore sull’Isola di Ponza, assieme ad altre opere, è parte di un Protocollo d’Intesa regionale, sottoscritto, tra gli altri dal Comune di Ponza, con l’intento di rendere l’Isola di Ponza, del tutto priva di fonti approvvigionamento proprie, finalmente autonoma dal punto di vista idrico e non più soggetta ad un servizio di trasporto via mare con bettoline.
L’approvvigionamento da dissalazione garantisce una continuità di servizio, non più dipendente dalle condizioni meteo, e un significativo risparmio per i costi di gestione, che gravano sulla popolazione di Ponza ma anche su tutto il resto dell’ATO4 – parliamo di un costo di gestione a metro cubo di circa 3,5 euro, paragonabile a quello da centrali di produzione naturali, rispetto ai circa 13,5 euro a metro cubo di trasporto con bettoline.
L’inizio dei lavori è previsto nelle prossime settimane, e verrà accompagnato da un ampio piano di informazione, per mettere a disposizione, della cittadinanza in primis, tutto quanto possa essere d’interesse per quanto attiene i lavori, la gestione del cantiere, la dissalazione in generale e l’impianto di Ponza in particolare.
“E’ evidente – interviene Carlo Medici, Presidente della Provincia di Latina e dell’ATO4 – che opere di questo genere debbano essere accompagnate da un atteggiamento di estrema trasparenza, per favorire l’incontro tra le parti, e poter adeguare la gestione alle reali esigenze dei cittadini, i destinatari del servizio che si lavora per migliorare.
A questo proposito, desidero ribadire al Comune di Ponza e alle parti coinvolte, la massima disponibilità dell’Autorità d’Ambito al confronto, sempre nell’ottica del massimo beneficio e del minor peso collettivo dell’Opera.”

Autorità d’Ambito Territoriale ATO4
Acqualatina SpA

CS Acqualatina e Comune di Sermoneta – Incontro tecnico-istituzionale tra Comune di Sermoneta e Acqualatina

Ven 23/10/2020

COMUNICATO STAMPA

 

Incontro tecnico-istituzionale tra Comune di Sermoneta e Acqualatina.

Focus sulle opere in corso e il piano d’azione per l’ottimizzazione della distribuzione idrica sul territorio comunale.

 

Su richiesta del Sindaco di Sermoneta, Giuseppina Giovannoli, e del Consigliere Delegato ai Lavori Pubblici, Nicola Minniti, si è tenuto nei giorni scorsi un incontro tecnico-istituzionale con Acqualatina, al quale hanno preso parte l’Alta Direzione e la squadra tecnica. All’ordine del giorno, il punto sulle frequenti riduzioni e sugli abbassamenti di pressione che da qualche anno interessano le borgate di Pontenuovo, Carrara, la zona di San Francesco, nel centro storico. Abbassamenti che, negli ultimi mesi, si sono intensificati.

L’Amministrazione Comunale ha rappresentato ad Acqualatina i disagi lamentati dai cittadini di Sermoneta, soprattutto nel corso dell’estate, con continue improvvise interruzioni del flusso idrico. I rappresentanti del Gestore hanno recepito le istanze e illustrato il piano di interventi a breve, medio e lungo termine, finalizzato proprio alla risoluzione di tali problematiche e all’ottimizzazione del servizio idrico su tutto il territorio comunale.

Le attività, già previste nel Piano degli investimenti dell’Ato4, si dividono in tre filoni:

  • Sul breve termineAcqualatina intensificherà le attività già in corso di mappatura e distrettualizzazione della rete comunale, così da poter, poi, intervenire con opere di risanamento mirate sulle condotte più obsolete, ottimizzando al massimo i tempi di intervento e il recupero di risorsa idrica.
  • Sul medio termine, il Gestore sta realizzando un impianto di dearsenizzazione presso la centrale Sardellane. L’attivazione del quale consentirà di ottenere maggiori quantità di acqua, continuando comunque a garantirne l’alta qualità.
  • Sul lungo termine, infine, si è al lavoro per la realizzazione di una nuova e performante condotta adduttrice che, partendo da Sardellane, alimenterà tutta la Pianura Pontina. La nuova condotta verrà affiancata a quella attuale, che sarà così utilizzata come alimentazione di riserva, in modo da contenere al massimo l’impatto sulle utenze di eventuali interruzioni idriche.

“Abbiamo ritenuto opportuno richiedere l’incontro per rappresentare le legittime lamentele dei cittadini – spiega il Sindaco Giovannoli – Ad Acqualatina ho sottolineato l’importanza di comunicazioni tempestive alla cittadinanza, che deve essere aggiornata su quanto accade alla rete idrica.”

“Ad Acqualatina, soprattutto, abbiamo chiesto – aggiunge il consigliere delegato Minniti – di lavorare per risolvere le problematiche legate al flusso idrico. Da parte del gestore c’è stata la massima disponibilità”.

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.                                          Comune di Sermoneta      

CS Acqualatina – Ampliamo i nostri canali di comunicazione con i cittadini

Ampliamo i nostri canali di comunicazione con i cittadini.

Dopo il potenziamento dei servizi online dei mesi scorsi, dal prossimo 3 agosto sarà possibile prenotare un appuntamento presso uno degli sportelli territoriali, usando l’apposita APP o chiamando il Numero Verde Clienti 800 085 850.

 
Ampliamo ulteriormente i nostri canali di comunicazione con i cittadini.
Dopo il potenziamento dei servizi online, dal prossimo 3 agosto sarà possibile prenotare un appuntamento presso uno degli sportelli territoriali, usando l’apposita APP, o chiamando il Numero Verde Clienti 800 085 850.
La prenotazione sarà obbligatoria e, a tutela di tutti, permetterà di accedere allo sportello selezionato solo nel giorno e nell’orario stabiliti.
Per poter accedere agli sportelli basterà indossare la mascherina e portare con sé il codice rilasciato al momento della prenotazione, che garantirà l’apertura automatica delle porte.
Gestisci le tue pratiche online
Tutte le pratiche possono essere gestite sempre comodamente da casa, in piena sicurezza, grazie al potenziamento dei nostri canali da remoto, effettuato nei mesi scorsi. Ricordiamo che le pratiche possono essere svolte utilizzando:

Dal 3 agosto, chiunque abbia difficoltà nell’utilizzare questi servizi, avrà anche la possibilità di prenotare un appuntamento presso lo sportello più vicino. Le pratiche che sarà possibile svolgere allo sportello saranno le seguenti:

  • subentro/voltura
  • disdetta
  • allaccio (idrico e fognario)
  • regolarizzazione contrattuale
  • nulla osta
  • parere tecnico

Come prenotare
Per prendere appuntamento basta scaricare gratuitamente la nuova versione dell’APP ufficiale di Acqualatina, dall’APP Store di Apple o da Google Play, e utilizzare la nuova funzione presente nella schermata iniziale. Inserendo i propri dati, si riceverà via e-mail sia il codice personale di prenotazione, sia la modulistica necessaria per svolgere la pratica.
In alternativa, si può chiamare il Numero Verde Clienti 800 085 850 da rete fissa. In questo caso, verrà inviato solamente il codice personale di prenotazione via SMS al numero di cellulare che si comunicherà all’operatore.
 
Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

CS Acqualatina – CdA Acqualatina: Ezio Zani è il nuovo Vicepresidente del Consiglio di Amministrazione

CdA Acqualatina: Ezio Zani è il nuovo Vicepresidente del Consiglio di Amministrazione

Si è svolta ieri la seduta del Consiglio di Amministrazione di Acqualatina nella quale ha presenziato per la prima volta l’Avvocato Ezio Zani, che subentra all’Ing. Raimondo Luigi Besson nel ruolo di Vicepresidente della Società.

Besson lascia per dedicarsi a nuovi incarichi, rinnovando la propria disponibilità nei confronti della Società che ha visto nascere. “Il carico degli impegni assunti – afferma – mi impedisce di continuare ad assicurare una partecipazione adeguata alla vita della Società ed alle sue iniziative. Per questo motivo, pur confermando la totale disponibilità a fornire ogni possibile supporto, ho ritenuto opportuno rassegnare le dimissioni.”

“A nome di tutto il Consiglio di Amministrazione – dichiara il Presidente Michele Lauriola – saluto e ringrazio l’Ing. Besson che, grazie alla sua forte competenza, ha prestato un contributo fondamentale al percorso sin qui svolto da questo Società. Diamo, al contempo, il benvenuto all’Avv. Zani, con l’auspicio che, anche grazie al suo apporto, Acqualatina saprà affrontare al meglio le prossime e importanti sfide che l’attendono.”

Ezio Zani nasce a Mantova, dove risiede, il 12.12.1969. Avvocato, è specializzato nelle materie del diritto societario e delle procedure concorsuali, del diritto bancario e del diritto amministrativo.

Ha ricoperto numerosi e prestigiosi incarichi nella pubblica amministrazione e vanta un importante background anche nell’ambito del servizio idrico integrato, nel quale ha avuto, tra gli altri, dal 2006 al 2009, il ruolo di Presidente dell’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale del Servizio Idrico Integrato della Provincia di Mantova e, dal 2009 al febbraio 2011, di Presidente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio nato dalla trasformazione della medesima Autorità.

 

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

 

CS Acqualatina – L’Assemblea dei Soci approva il Bilancio 2019

L’Assemblea dei Soci approva il Bilancio 2019: chiusura con un utile di 9,2 milioni di euro senza distribuzione di dividendi, al fine di proseguire con il piano degli investimenti, nonostante le difficoltà generate dal periodo Covid, con particolare attenzione al recupero delle perdite di rete.

Circa 17 milioni di euro di investimenti effettuati nel 2019 su tutto il territorio, per un totale di oltre 250 milioni investiti dall’inizio della gestione.

Si è riunita ieri, in modalità videoconferenza, l’Assemblea dei Soci di Acqualatina, con all’ordine del giorno l’approvazione del Bilancio di Esercizio 2019.

Il Bilancio è stato approvato, con un utile d’esercizio pari a 9,2 milioni di euro, sostanzialmente in linea con il risultato del Bilancio 2018.

I Soci hanno accettato la proposta del Consiglio di Amministrazione della Società di non distribuire dividendi, al fine di proseguire con il piano degli investimenti, nonostante le difficoltà generate dal periodo Covid, con particolare attenzione al recupero delle perdite di rete.

Il 2019 è stato un anno determinante per portare a compimento una parte importante del piano per il potenziamento del sistema idrico dell’ATO4, e i cantieri essenziali non hanno subìto stop neanche nel 2020, seppur nel rispetto delle direttive governative. La sfida ora è proseguire su tale direzione.

Con 17 milioni di euro di opere realizzate, il 2019 ha visto un incremento degli investimenti, rispetto al 2018, portando ad oltre 250 il totale dei milioni investiti dal 2003 a oggi su tutto il territorio.

Punto centrale degli investimenti, le opere finalizzate all’incremento della resilienza del sistema, affinché possa rispondere al meglio alle sfide poste dai cambiamenti climatici degli ultimi anni: a ciò sono stati destinati quasi 5 Milioni di euro, pari a circa il 30% del totale degli investimenti realizzati nel corso dell’anno.

Il piano di azione di Acqualatina su tale fronte si sviluppa su tre filoni principali, che vanno necessariamente combinati in un piano complessivo, perché si tratta di azioni strutturali che prevedono tempi di ritorno e importi investiti molto differenziati.

Il principale intervento è quello del recupero delle perdite di rete, attività fondamentale per una modifica strutturale del sistema sul lungo periodo. Tale soluzione richiede investimenti elevati e tempi di ritorno medio-lunghi.

Tali opere, dunque, vanno necessariamente supportate da investimenti complementari: la realizzazione di interconnessioni di reti diverse (Minturno e Cellole nel Sud Pontino, e Pozzi Roccagorga con Priverno nell’area dei Monti Lepini), in grado di contribuire con portate significative in tempi relativamente contenuti, il potenziamento delle fonti esistenti e la ricerca di nuove fonti.

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.

CS Acqualatina e Comune di Ponza – Incontro tecnico-istituzionale tra Acqualatina e il Comune di Ponza

Incontro tecnico-istituzionale tra Acqualatina e il Comune di Ponza.

Oltre 600 mila euro investiti e oltre 16 milioni previsti dal 2020 in poi.

Massima priorità: ammodernamento di reti fognarie e impianti di depurazione.

Su richiesta del Sindaco di Ponza, Francesco Ferraiuolo, si è tenuto nel palazzo comunale un incontro tecnico-istituzionale con i rappresentanti di Acqualatina, al fine di fare un punto della situazione sugli interventi in corso, con un focus sul tema della depurazione.

In apertura di lavori, il Gestore ha condiviso con il Comune e la Capitaneria di Porto il piano di azione studiato per far fronte all’emergenza causata da uno scarico abusivo in fognatura, che nei giorni scorsi ha generato danni all’impianto. I tecnici hanno reso noto che il piano verrà ulteriormente condiviso in ogni suo passaggio sia con il Comune che con le Forze dell’Ordine locali, al fine di attuare azioni sinergiche che permettano di risolvere il problema in breve tempo ed evitare simili problematiche in futuro.

Il Sindaco ha poi richiesto una disamina più ampia sugli investimenti in corso e previsti.

Acqualatina ha reso noto che, a favore dell’isola, sono stati già investiti oltre 600 mila euro su reti e impianti ed è al vaglio una proposta da inserire nel Piano degli Investimenti, attualmente in fase di revisione, per oltre 850 mila euro da investire nel solo 2020 e circa 16 milioni negli anni a venire.

La discussione ha poi portato verso un focus sul tema della depurazione, una delle principali priorità per l’isola.

In merito, Acqualatina ha prima di tutto illustrato il progetto per interventi mirati al congiungimento delle reti fognarie delle aree nord e sud dell’isola, con trasporto delle acque al depuratore Giancos. Questo intervento permetterà di ottimizzare il servizio sia in termini di qualità che di costi.

Sempre per quanto riguarda le reti fognarie, anche in zona Cala dell’Acqua sono previsti interventi di valenza storica, per l’isola: verranno collettate alla fognatura utenze attualmente non allacciate, grazie all’attivazione di condotte inutilizzate e alla realizzazione di nuovi sollevamenti fognari per il recapito delle acque reflue al depuratore. Si tratta di un progetto che riveste un enorme valore in ambito ambientale, poiché arginerà definitivamente il problema dell’inquinamento marino sulle coste dell’isola.

Anche sugli impianti di depurazione sono previsti importanti interventi.

Il depuratore Giancos, infatti, verrà potenziato grazie alla tecnologia Membrane Bio Reactor (MBR), che permetterà di ottenere un modello di economia circolare in grado di utilizzare le acque depurate a scopo irriguo. Questo innovativo progetto è già stato approvato dal Comune con delibera n. 106 del 20/07/2018

Inoltre, è già stata attivata la fase di pretrattamento del depuratore Le Forna, così da garantire un netto innalzamento delle performance depurative dell’impianto e, di conseguenza, anche della qualità delle acque depurate reimmesse in natura.

L’incontro si è concluso con l’intento di effettuare un nuovo avanzamento lavori nelle prossime settimane, così da mantenere un costante monitoraggio delle attività in corso.

CS congiunto Acqualatina e Comune di Itri – Ieri l’incontro tecnico-istituzionale con Acqualatina e Ato4 richiesto dal Sindaco di Itri Antonio Fargiorgio

Ieri l’incontro tecnico-istituzionale con Acqualatina e Ato4 richiesto dal Sindaco di Itri Antonio Fargiorgio, per un avanzamento sul progetto recupero perdite e risanamento reti.

Oltre 800.000 euro per la posa in opera di nuove condotte a Itri, di cui 500.000 già realizzati.

Massima soddisfazione di tutti i presenti per i risultati raggiunti e per le previsioni future: il recupero perdite si conferma la principale leva strategica per fronteggiare le emergenze climatiche e potenziare le reti.

Si è tenuto ieri l’incontro tecnico-istituzionale richiesto dal Sindaco di Itri, Antonio Fargiorgio, con il Presidente di Acqualatina, Michele Lauriola, il Consigliere Alessandro Cerilli, il Presidente dell’Ato4, Carlo Medici, il Dirigente della Segreteria Tecnico Operativa, Umberto Bernola, e il Direttore Tecnico di Acqualatina, Ennio Cima, per un avanzamento sui lavori già eseguiti, in corso e di prossima realizzazione nell’ambito del progetto di risanamento delle reti e recupero delle perdite.

La delegazione ha prima visitato il cantiere in corso su Via Sant’Apollonia, Via Don Morosini e Corso Matteotti, per poi spostarsi nel palazzo comunale. Tutti i partecipanti hanno espresso massima soddisfazione per i risultati raggiunti e per le prospettive future, sottolineando come il recupero delle perdite si confermi la principale leva strategica per il potenziamento e la resilienza delle reti idriche, a fronte delle sempre più frequenti emergenze climatiche.

Nel Comune di Itri il progetto ha avuto inizio negli ultimi mesi del 2019, con la realizzazione, da parte del Gestore, di una mappatura puntuale e la suddivisione in distretti dell’intera rete comunale, nonché di un sistema di monitoraggio automatizzato in grado di riportare in tempo reale i volumi di acqua immessi in rete, così da individuare eventuali perdite occulte e le aree su cui intervenire. Nello stesso periodo sono state sostituite le tubature più ammalorate situate in aree critiche come Via Cescole, Via Mezzabrino, Via Mafai, Via Calabretto, Via Don Iallonghi, Via Pirandello, Via Padovani e Via Sant’Apollonia, così da efficientare il servizio sin da subito.

Questi interventi hanno richiesto un investimento di oltre 500.000 euro e ora ulteriori 300.000 euro verranno utilizzati per i lavori in corso.

I lavori vedono la posa in opera di circa un kilometro di nuove condotte e l’allaccio di tutti gli utenti di Via Sant’Apollonia, Via Don Morosini e Corso Matteotti, entro il mese di giugno, per poi procedere con la posa in opera di un altro kilometro di nuove condotte e relativi allacci su tutte le traverse di Corso Matteotti e in località Madonna delle Grazie.

Tali opere permetteranno di recuperare tra il 10% e il 20% dell’acqua attualmente dispersa e di ottimizzare al massimo l’utilizzo della nuova condotta che collega Via Appia a Via Civita Farnese, posta in opera a fine 2019.

Con questi interventi e altre attività previste contiamo di aumentare la pressione di rete e migliorare il servizio in tutto il territorio comunale, in special modo nelle aree più alte di Itri, come il Centro Storico.

Quello del recupero perdite è un progetto più ampio, che si estende a tutto il territorio, con particolare attenzione al Sud Pontino. Altri cantieri, infatti, sono in corso a Minturno, Castelforte, Spigno Saturnia, Formia, Gaeta e S.S. Cosma e Damiano, con un recupero totale già ottenuto di 185 litri al secondo.

Al fine di ottimizzare i risultati e ridurre sia i costi che gli impatti su ambiente e viabilità, queste attività vedono l’utilizzo tanto di tecnologie tradizionali di sostituzione delle reti quanto di tecnologie innovative, come droni con rilevatore termico del terreno per l’individuazione di perdite occulte, e tecnologie “no-dig” senza scavo per l’ammodernamento delle reti. Queste tecnologie vengono adottate in maniera alternata, al fine di ottimizzare i risultati e far fronte alle esigenze tecniche di volta in volta riscontrate.

Servizio Comunicazione Acqualatina S.p.A.                                                                                              Comune di Itri

CS Acqualatina – Acqualatina: misure per la gestione del contingentamento temporaneo e parziale delle attività

Acqualatina: misure per la gestione del contingentamento temporaneo e parziale delle attività.

Lombardi “Le nostre priorità: garanzia e continuità del servizio al territorio, sicurezza e stabilità per i lavoratori. Sono certo che tutta la forza lavoro darà prova di professionalità e abnegazione.”

La Società Acqualatina SpA ha disposto di richiedere l’adozione della Cassa Integrazione Gestione Ordinaria (CIGO), così come prevista dal Governo per il periodo di emergenza sanitaria in corso.

Già dalle prime settimane di marzo la Società, così molte altre su tutto il territorio nazionale, ha provveduto a contingentare le attività, riducendole a quanto necessario per la continuità del servizio e a proteggere quanto più possibile dipendenti e utenti, mediante la limitazione di spostamenti e contatti,. 

Tutto questo nel pieno rispetto di quanto stabilito dalle disposizione nazionali e di settore.

La riduzione dell’attività lavorativa ha richiesto l’adozione di una misura compensativa della condizione dei lavoratori impattati da tale contingentamento.

“La scelta adottata – afferma Marco Lombardi, Amministratore Delegato di Acqualatina – concordemente con le rappresentanze sindacali aziendali, ha tenuto conto in primis, dei principi di continuità del servizio alla collettività e della continuità aziendale, nel medio e lungo termine, con una particolare attenzione anche al principio di sicurezza e stabilità per i nostri lavoratori e all’equità di trattamento tra tutti loro, che parteciperanno, nessuno escluso, al sacrificio richiesto in questo periodo, così particolare per tutti noi.”

Il management della Società è impegnato in queste ore a definire i dettagli operativi che regoleranno le prossime settimane di attività aziendale, tenendo conto che il contingentamento, in linea con le direttive governative e dell’Autorità di regolazione nazionale (ARERA) era già in atto da settimane, e che nessun disservizio verrà causato dalle misure in fase di adozione, che vanno, al contrario, a prendere atto di una contingenza che vede già limitato il contributo lavorativo che, in misure diverse, una parte della forza lavoro è in grado di prestare.

“Sono certo – ha concluso Lombardi – che tutta la forza lavoro di Acqualatina confermerà lo spirito di abnegazione e la professionalità, già dimostrati in queste difficili settimane, per garantire il servizio essenziale del quale siamo responsabili.”